<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://px.ads.linkedin.com/collect/?pid=2055505&amp;fmt=gif">
logoBlog-1

UX designer: chi è e le differenze con l'UI designer

In: Talenti
0 Comments

Con User Experience Design si intende un approccio alla progettazione di un bene o servizio centrato sull’utente, lo UX Designer di conseguenza è quello specialista che disegna e progetta l’esperienza d’uso al fine di offrire a chi fruisce del prodotto finale un alto livello di usabilità. 

Si tratta, in effetti, di un concetto che può essere applicatin tantissimi ambiti, ma è ormai consuetudine riferirsi all’UX Design come alla progettazione in ambiente digitale e, dunque, all’UX Designer come al professionista che si occupa di rendere il più possibile user friendly dai programmi software ai siti, sino alle applicazioni desktop e mobile. 

Questo soprattutto perché la digital transformation in azienda determina nuovi modi di comunicare, collaborare, lavorare. Questa trasformazione ha introdotto nuovi device, servizi e applicazioni innovative che permettono di svolgere le attività in modo efficace, innalzando la produttività. Se tali novità però non fossero semplici da adottare si correrebbe il rischio di non riuscire a coinvolgere tutti i possibili utilizzatori e quindi di non sfruttare le potenzialità degli strumenti stessi e, ancor peggio, non raggiungere pienamente gli obiettivi di trasformazione che ci si è prefissi. Alla luce di tutto questo l'impiego di UX designer è sempre più importante. 

 

UX Designer cos'è e cosa fa 

Prima di tutto l’UX Designer deve conciliare il rispetto degli obiettivi aziendali stabiliti con la sua particolare vocazione di porre al centro del proprio operato le esigenze dell’utente. 

Per fare questo all’inizio della progettazione del servizio egli svolge ricerche qualitative per capire quali sono aspettative e bisogni dei potenziali utilizzatori. Si tratta nello specifico di fare sondaggi, questionari, osservazioni sul campo così come study di eye tracking (monitoraggio dei movimenti oculari degli individui per capire dove si focalizza principalmente la loro attenzione) per raccogliere tutti i dati necessari per delineare scenari e contesticomprendere i comportamenti degli utilizzatori, imbastire casi d’uso e così via. 

A questo punto, sulla base dell’analisi dei risultati ottenuti e dello studio delle varie possibili interazioni uomo macchina l’UX Designer può procedere alla progettazione della struttura del codice, della pagina Web o della app. 

Il passo successivo è rappresentato dal fatto che è necessario concentrarsi sull’aspetto visivo/grafico e sull’interattività del servizio e in questo campo può intervenire, come vedremo, l’UI Designer. 

Sempre più spesso, prima di presentare la versione finale del proprio lavoro, l’UX Designer sviluppa varianti, veri e propri prototipi, da sottoporre a test di usabilità, A/B testing (i test che consistono nel diffondere due versioni differenti di uno stesso servizio per misurare i diversi effetti) in modo da perfezionarlo il più possibile. 

D’altra parte, questa attività di ottimizzazione continua anche dopo il lancio effettivo del sito o della applicazione che viene continuamente raffinata in base ai feedback degli utenti. 

 

 

Cosa fa l'UI Designer 

Lo User Interface (UI) Design è la materia che si concentra in modo specifico sulla progettazione dellinterfaccia uomo macchinasia esso pc o smartphone, così come smart watch, tv, frigorifero eccetera. 

Lo UI Designer si occupa della parte visiva e interattiva di un servizio digitale, si pone l’obiettivo di guidare l’utilizzatore a trovare quel che ha bisogno con facilità, favorendo un percorso di navigazione intuitivo e coerente. 

L’UI designer deve lavorare alla tipografia del suo prodotto, ossia stabilirne il carattere tipografico (quali font e colori, le dimensioni e le spaziature eccetera). Disegna poi la griglia, cioè la struttura, il layout, la suddivisione degli spazi e via dicendo stabilendo dove collocare i contenuti e la gerarchia visiva più efficace. 

Egli studia quali e come proporre le microinterazioni, ovvero quelle azioni che collegano direttamente l’utente e il servizio per assolvere a un particolare compito che può essere, per esempio, passare da un contenuto a un altro in un sito. 

Anche questa figura professionale ricorre alla prototipazione per affinare sempre più il proprio prodotto finito. 

 

UI UX Designer: 2 profili diversi, ecco perché 

UI e UX Designer sono figure che hanno ruoli e skill complementari, anche se succede che nelle aziende vi sia una sola funzione adibita al design dei servizi digitali. 

Le due competenze sono finalizzate al medesimo obiettivo: assicurare qualità dell’esperienza utente coprendo due aree d’azione diverse. La differenza principale sta nel fatto che l’UX Designer lavora a riflessioni e azioni mirate all’ottimizzazione dell’uso del programma o del servizio, si impegna sulla progettazione, l’UI Designer passa alle fasi più concrete e, in particolar modo, si sofferma sulla bontà dell’interfaccia di software e applicazioni, sulle loro presentazione e interattività. 

In altre parole, in conclusionesi potrebbe dire che l’UX Designer si occupa della struttura mentre l’UI Designer bada alla grafica; il primo si occupa della meccanica il secondo del linguaggio dei sistemi che si stanno sviluppando.

 

Clicca qui e scarica l'Infografica - JAVA tutti gli usi nella programmazione informatica

Tags: Talenti

    Post Correlati

    Growth Is Just One Click Away

    Don't feel like calling? Just share some project details & our company representative will get in touch. Schedule A Meeting with our Director of New Business

    How long would you like the meeting to be?